Formaggi italiani, buoni ma troppo grassi.

Estate 2019: i formaggi Made in Italy per un turista su due sono buoni, ma troppo grassi. A pensarla così, perlopiù, sono turisti: giapponesi, svedesi e svizzeri. Secondo un’indagine dell’agenzia di comunicazione Klaus Davi & Co., svolta su 857 turisti provenienti da Germania, Francia, Inghilterra, Benelux, Svezia, Giappone e USA. Un cliente su tre sospetta…

Marchio Estero = Prodotto Italian Sounding? Non è sempre vero (e la confusione per il consumatore aumenta)

Il settore delle private label, ovvero prodotti italiani commercializzati con il marchio del distributore estero, cresce sui mercati esteri e il food made in italy continua ad essere un’attrattiva per consumatori e clienti. La domanda sorge spontanea: come fa un consumatore estero (o italiano all’estero) a sapere con certezza la provenienza di quel prodotto? Ma…

Non dimenticare di fare un passo fondamentale nel tuo percorso di internazionalizzazione. Tutela i tuoi prodotti italiani contro l’Italian Sounding

Quando la “ciliegina sulla torta” diventa importante quanto le fondamenta di una costruzione. L’internazionalizzazione è il delicato processo che ha come obiettivo finale entrare in un mercato estero per commercializzare con successo i nostri prodotti verso la clientela locale. Per arrivare all’obiettivo senza incontrare spiacevoli e costosi intoppi il primo presupposto dovrebbe essere quello di…

Solo il 3% dei nostri prodotti è conosciuto all’estero | Italian Sounding

Parlando solo di agroalimentare, che è il settore a cui si tende far riferimento quando si parla di Italian Sounding, la CIA Confederazione Italiana Agricoltori afferma che “…a fronte di una produzione nazionale che vanta circa 6000 tra cibi tradizionali e denominazioni di origine, l’Italia porta sulle tavole dei consumatori internazionali non più di 200…

Accordo E-bay – Ministero per combattere l’Italian Sounding. Una soluzione efficace?

“Il sito di aste rinnova l’accordo per combattere l’italian sounding. Ma in due anni gli annunci rimossi sono stati solo 386…” E’ il sottotitolo di un recente articolo della rivista WIRED che poi inizia affermando che “Considerata la mole di annunci su eBay il risultato è misero”. Sempre nello stesso articolo si legge che Andrea…